Economia

Consac: ecco la rottamazione delle bollette idriche

Le bollette idriche arretrate si possono rottamare.

Il Consac prevede infatti la regolarizzazione agevolata delle fatture non pagate.

Possono usufruire di questo beneficio tutti coloro che non hanno ancora pagato le bollette scadute entro la data del 31 dicembre 2016, per importi superiori a 300 euro.

Il Consac ha prorogato la possibilità di aderire alla rottamazione fino al 20 novembre.

I vantaggi della rottamazione

Con la rottamazione delle bollette non si pagano né interessi né penali, ma solo gli importi in fattura.

È possibile pagare in tre rate.

Inoltre l’adesione alla rateizzazione comporta la sospensione delle procedure di distacco e delle azioni legali di recupero del credito.

Le rate

Le rate avranno scadenza diversificata.

Le tre scadenze previste sono:

  • 30 novembre 2017
  • 31 gennaio
  • 31 marzo 2018

Come funziona la rottamazione

Come richiedere la regolarizzazione agevolata

Per beneficiare dell’agevolazione bisogna sottoscrivere l’apposito modulo precompilato.

Il modulo precompilato è allegato all’ultima bolletta Consac pervenuta.

In alternativa si può compilare il form sul sito www.consac.it alla voce “clienti / rottamazione bolletta”, previa registrazione, o scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica rottamazione@consac.it o tramite fax al numero 0974/75623.

Come pagare le bollette rottamate

Sarà possibile pagare le bollette arretrate attraverso i bollettini postali.

I bollettini potranno essere pagati:

  • presso la propria banca con Bonifico SEPA o con il proprio internet banking
  • presso gli uffici postali
  • nelle ricevitorie, tabaccherie, edicole e bar aderenti ai circuiti LISPAGA di Lottomatica e SISALPAY

Il pagamento può essere effettuato con carte di credito e prepagate VISA e MasterCard, con carte PagoBancomat o contanti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button