CronacaSenza categoria

Consorzio Bonifica di Paestum, via al censimento delle aree demaniali per pubblica utilità

CAPACCIO PAESTUM. Il Consorzio Bonifica di Paestum avvia le prime procedure di
censimento preventivo delle particelle occupate da canalette consortili di scolo dismesse, sul territorio comunale, eventualmente concedibili a terzi ai soli fini di pubblica utilità.

In particolare, la ricognizione demaniale intende andare in contro alle esigenze manifestate al commissario straordinario del CBP, Biagio Franza, da parte del Comune di Capaccio Paestum, nella persona del sindaco, Francesco Palumbo, al fine di migliorare la viabilità stradale in alcuni tratti, più o meno trafficati, nonché per la progettazione e realizzazione di percorsi pedonali e piste ciclabili sul territorio cittadino. Intenzioni che riscontrano condivisione dal parte del Consorzio pestano, nell’ottica di una migliore manutenzione delle sedi stradali, allargamenti di carreggiata, decoro urbano e fruizione di appositi tragitti, opportunamente individuati, a piedi ed in bicicletta.

Tale procedura, da parte del competente ufficio tecnico del Consorzio, s’intende del tutto autonoma e di preliminare iniziativa, in quanto è l’ente comunale a dover inoltrare specifica richiesta al Demanio dello Stato – Ramo bonifica, il quale poi demanderà al CBP l’eventuale concessione dei relativi nulla osta.

Inoltre, sulla scorta delle progettualità ai fini di pubblica utilità che saranno prospettate dal Comune di Capaccio Paestum, l’ente consortile individuerà anche i possibili tratti da espropriare laddove attigui o interposti ad aree demaniali occupate da canalette dismesse.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button