Cronaca

Contributo di 50 euro per iscriversi a scuola. E ad Agropoli esplode la polemica

AGROPOLI. Esplode la rabbia di alcune famiglie di alunni del liceo “Gatto” di Agropoli. Alla base dello sdegno la richiesta da parte dell’istituto scolastico di un contributo di 50 euro per contribuire alle spese per l’ampliamento dell’offerta formativa della scuola. Il contributo, del tutto volontario come prevede la legge, è stato istituito dal “Gatto” cinque anni fa.

Il contributo di 50 euro per la scuola

Alcune famiglie, tuttavia, contestano le modalità con cui questo contributo viene richiesto. Secondo loro, infatti, la volontarietà di tale obolo non sarebbe così chiara. I genitori di alunni del “Gatto” si sono rivolti al portale infocilento.

Spiega il padre di uno studente che «ad alcuni alunni è stato detto che non avrebbero potuto partecipare alla gita se non fosse stato pagato il contributo d’iscrizione pari a 50 euro». Dal comitato di genitori che è stato costituito per contrastare questo contributo spiegano che «non siamo contro il contributo a priori, però vorremmo che i soldi siano chiesti con le giuste modalità altrimenti si rischia di cadere in un ricatto».

Gli elenchi di chi ha pagato

E sempre secondo infocilento, all’interno delle classe del liceo “Gatto” di Agropoli sarebbero presenti degli elenchi con i nominativi degli studenti che hanno pagato e quelli, invece, che risulterebbero morosi. Il contributo di 50 euro, in un periodo di crisi come quello odierno, non rappresenta una spesa agevole per tutti.

La presenza di elenchi del genere rischia di far nascere pericolose discriminazioni e differenze tra i medesimi alunni.

Il contributo è previsto dalla legge

Va detto che il contributo è previsto dalle legge, ma questo dovrebbe essere del tutto volontario.

Articoli correlati

Back to top button