Cronaca

Coronavirus, 3mila contagi in un mese nel Salernitano

Coronavirus, sono quasi tremila i nuovi contagi solo nell'ultimo mese registrati nel Salernitano. Si contano anche 11 vittime

Coronavirus, sono quasi tremila i nuovi contagi solo nell’ultimo mese registrati nel Salernitano. L’Unità di crisi della Regione, nel frattempo, aggiorna la conta degli infettati con altri 164 casi.

Covid in provincia di Salerno, boom di contagi in un mese

I nuovi contagi sono così ripartiti:

  • Angri 6
  • Battipaglia 11
  • Bellizzi 1
  • Campagna 3
  • Castel San Giorgio 1
  • Cava de’ Tirreni 6
  • Corbara 1
  • Eboli 12
  • Giffoni Sei Casali 3
  • Mercato San Severino 3
  • Minori 1
  • Montesano sulla Marcellana 1
  • Montecorvino Rovella 2
  • Nocera Inferiore 17
  • Nocera Superiore 8
  • Pagani 14
  • Padula 2
  • Palomonte 1
  • Polla 3
  • Pontecagnano 11
  • Positano 2
  • Postiglione 1
  • Praiano 2
  • Roccapiemonte 4
  • Salerno 6
  • San Marzano sul Sarno 3
  • San Pietro al Tanagro 2
  • San Valentino Torio 12
  • Sant’Egidio del Monte Albino 1
  • Santa Marina 1
  • Sarno 11
  • Scafati 5
  • Sicignano degli Alburni 2
  • Teggiano 4
  • Valva 1.

Le vittime

Solo nella giornata di ieri si contano 4 vittime. La prima a Pontecagnano, un 60enne risultato positivo nei giorni scorsi e deceduto a seguito di alcune complicanze legate alla malattia. L’uomo era ricoverato al Da Procida di Salerno ed era affetto da patologie pregresse.

Un’altra vittima a Bellizzi. Registrato un decesso anche all’ospedale di Sapri. Si tratta di un anziano di Maratea con patologie pregresse. L’ultimo decesso è avvenuto all’ospedale Mauro Scarlato di Scafati. Si tratta di un 57enne, neuropsichiatra di Ottaviano, dirigente medico dell’ospedale di Torre del Greco e direttore sanitario di una struttura per la riabilitazione del napoletano. Era arrivato in rianimazione sabato, dopo un primo ricovero al Maresca di Torre del Greco. La sua positività era stata accertata il giorno 17, ma in attesa del tampone erano già comparsi sintomi importanti, tra cui febbre e difficoltà respiratorie.

Articoli correlati

Back to top button