Costiera amalfitana: locale notturno decide di chiudere per garantire la sicurezza agli ospiti e allo staff

coronavirus-locale-notturno-costiera-amalfitana-chiuso-sicurezza

Coronavirus, locale notturno della Costiera Amalfitana chiuso per garantire la sicurezza di staff e clienti: una decisione coraggiosa

Coronavirus, chiuso l’Africana Famous Club di Praiano per garantire la sicurezza di staff e clienti: una decisione coraggiosa che deve essere di esempio per gli altri, in un momento difficile come quello che stiamo attraversando.

Coronavirus, Praiano: chiuso l’Africana Famous Club di Praiano

Mentre numerosi locali notturni del territorio napoletano e campano continuano a dar vita a serate danzanti, dove assenza di mascherine, nessuno distanziamento sociale e sovraffollabmenti di persone la fanno da protagonisti c’è chi decide di sospendere le attività del proprio locale per poter garantirà la sicurezza ai cittadini e al proprio personale.

La priorità è garantire la sicurezza

Il locale è l’Africana Famous Club di Praiano, in costiera amalfitana, che ha comunicato, attraverso un post sulla propria pagina Facebook, di chiudere il locale per questa stagione estiva a causa dei contagi da covid.



Il post sui social

 

Abbiamo sperato fino alla fine di poter fare del sano divertimento in Costiera Amalfitana, di poter regalare ai nostri ospiti delle serate magiche anche quest’anno così come avviene ogni anno dal 1962.

I recenti casi italiani e quelli avvenuti nei locali notturni nella vicina Spagna, che hanno causato un nuovo lockdown in alcuni paesi della penisola iberica, sono stati la causa principale della nostra decisione.
La responsabilità morale nei confronti dei nostri collaboratori, dei nostri ospiti e del nostro territorio vengono prima di qualsiasi altra cosa.

Oggi, nessuno è in grado di fare divertimento rispettando il protocollo regionale, non per mancanza di capacità degli organizzatori ma perché il divertimento è libertà, voglia di vivere, gioia e allegria.

Nessuno degli ospiti, come d’altronde è capitato in tutti i locali della regione, ha rispettato il protocollo.
E cosa succederebbe se un asintomatico ballasse senza mascherina all’interno del nostro locale? Per noi amanti del divertimento, quello sano, responsabile, concreto, ai proclami preferiamo i fatti.

È arrivato il momento di comunicare che per noi ” oggi” non ci sono le condizioni per poter operare in sicurezza. Torneremo più belli e più forti di prima…..
senza dimenticare che l’attesa aumenta il desiderio!!

TAG