Cronaca

Coronavirus, i contagi nel Vallo di Diano sono 32: altri tre tamponi positivi

Il coronavirus continua a mietere contagi nel Vallo di Diano. Ora sono 32 le persone risultate positive al Covid-19 in una delle zone più calde della provincia di Salerno. Ieri sera, i casi sono aumentati: tre uomini sono risultati positivi ed anche loro erano collegati agli ormai famosi raduni neocatecumenali che si sono svolti nel Diano tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.

Coronavirus nel Vallo di Diano: altre tre positivi

I casi positivi riguardano abitanti di Caggiano, Sant’Arsenio e Buonabitacolo. Per questi ultimi due comuni, si tratta dei primi casi.

Coronavirus ed incontri neocatecumenali nel Vallo di Diano

I raduni neocatecumenali che si sono svolti hanno finora costretto n quarantena anche circa ottanta persone tra Piana del Sele e Picentini.

Sono 31 persone in quarantena a Battipaglia

A Battipaglia in 31 sono finiti in isolamento domiciliare, 25 dei quali, però, hanno terminato la quarantena giovedì sera. Nessuno, ad ogni modo, presenta alcun sintomo.

Coronavirus, 20 in quarantena a Bellizzi

Sono venti, invece, le persone in quarantena a Bellizzi, dove si è verificata anche il primo decesso per coronavirus, quello di Raffaele Citro, anche lui collegato agli incontri neocatecumenali.

L’intervento di De Luca: “persona irresponsabili”

Sul caso è intervenuto nuovamente anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: «Abbiamo avuto persone che in maniera irresponsabile – ha detto nel corso del suo intervento social – hanno dato vita a manifestazioni religiose con decine di persone. Abbiamo dovuto mettere in quarantena una zona della Regione nel Vallo di Diano perché vi erano state due manifestazioni religiose. Non sono manifestazioni di spiritualità, ma manifestazioni di imbecillità».


Le ultime notizie sul coronavirus

Articoli correlati

Back to top button