Coronavirus Salerno, dimezzati i contagiati in terapia intensiva: aumentano i decessi

coronavirus-tramonti-primo-caso

Coronavirus, si dimezzano i salernitani contagiati in terapia intensiva. In aumento, però, anche i decessi (+15). I dati nel dettaglio

Coronavirus, si dimezzano i salernitani contagiati in terapia intensiva, che nel giro di una settimana passano da 10 a 4. Sono 102, invece, i positivi in degenza nei reparti dedicati covid-19. Si raddoppiano i guariti, che passano dai 39 del 14 aprile ai 93 attuali. In aumento, però, anche i decessi (+15).

Coronavirus Salerno, i dati

Stando ai dati elaborati dall’Asl e aggiornati al 20 febbraio, il 43% dei contagiati covid-19 sono asintomatici in isolamento domiciliare, il 16,4%  ricoverati in reparti dedicati, il 15,5% con sintomi lievi in degenza a casa, il 15% guariti, l’8,5% e lo 0,6% in terapia intensiva. I salernitani positivi attualmente ricoverati sono 106, di cui 102 in degenza nei reparti covid-19.

Di questi 2 sono ricoverati, rispettivamente, al Cutugno di Napoli, a Oliveto Citra e al Loreto Mare; Uno ciascuno all’ospedale di Maddaloni, Moscati di Avellino, Federico II di Napoli, San Pio di Benevento, Battipaglia, Sarno, Ariano Irpino e Roma; 4 a Vallo della Lucania e Da Procida; 5 a Polla; 6 a Eboli; 15 a Scafati; 23 al Ruggi e 30 a Campolongo.

I decessi

Per quanto riguarda i decessi, invece, il 67% si concentra nella fascia d’età che va dai 70 ai 90 anni. Confrontando i dati attuali con quelli del 14 aprile, 7 giorni fa i positivi asintomatici in isolamento domiciliare erano 220, mentre quelli con sintomi lievi 145. Per quanto riguarda i pazienti ospedalizzati, i degenti ricoverati nei reparti covid-19 erano 89, quelli in terapia intensiva 10.

I guariti

I guariti erano 39, mentre i decessi 38. Di questi, 1 nella fascia d’età 31-40 anni, 4 in quella 41-50 anni, 5 tra i 51 e i 60  anni, 4 tra i 61 e 70 anni, 13 tra i 71 e gli 80 anni, 11 nella fascia 81-90 anni.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG