Cronaca

Coronavirus, la nota del Codacons: “Il Ruggi non è ancora pronto”

Il coronavirus Salerno mette in difficoltà il Ruggi. Mentre il mondo scoppia ed il contagio è arrivato anche in città, ci pervengono segnali allarmati ed allarmanti dall’ospedale Ruggi, uno dei principali nosocomi della Regione.

Coronavirus a Salerno, la nota del Codacons

Mancano protezioni minime per gli operatori sanitari e quindi per la stessa utenza: nei reparti-chiave per affrontare l’emergenza mancano – o al lumicino – le tute protettive, le mascherine  “FFP3”, anche di durata superiore alle 6 ore, e le visiere. Solo al Pronto Soccorso il livello di protezione è più elevato, gli altri reparti operano con estrema difficoltà.

Così mentre nei reparti chiave del San Leonardo gli addetti a tutti i livelli sono impegnati all’estremo delle proprie forze, le autorità fingono di non sapere mentre dovrebbero  muoversi con la massima urgenza, forse a loro – e solo a loro – non è chiaro che non c’è più tempo!

L’esposto

Nei prossimi giorni il Codacons invierà un esposto in Procura per verificare tempistiche sugli interventi essenziali in situazione emergenziale mai conosciuta prima.

Articoli correlati

Back to top button