Coronavirus, la testimonianza di una contagiata di Caggiano: “Dopo 18 giorni in coma ho sognato Gesù”

agnese-morrone

Coronavirus, forte testimonianza di Agnese Morrone, 47enne di Caggiano che ha vissuto diciotto giorni in coma a causa del Covid-19

Coronavirus, forte testimonianza di Agnese Morrone, 47enne di Caggiano che ha vissuto diciotto giorni in coma a causa del Covid-19. Agnese è rimasta contagiata in seguito al raduno dei neocatecumenali del 4 marzo a Sala Consilina.

Positiva al coronavirus va in coma: “Ho sognato Gesù”

Agnese Morrone racconta di aver vissuto diciotto giorni in coma a causa del Coronavirus. Operatrice nel sociale, la donna è ancora ricoverata nella clinica privata di Campolongo per la riabilitazione. Ma vuole raccontare il suo incubo, la sua malattia, le sue aspettative e la fine del tunnel arrivata dopo 18 giorni vissuti intubata, in fin di vita.

Agnese è ricoverata dal 14 marzo e non vede l’ora di tornare a casa. È stata 18 giorni in coma, intubata a Napoli. Ricorda di aver sognato praticamente sempre. Si alternavano incubi e bei sogni. Soprattutto sognava gli amici di Caggiano e i defunti che le parlavano. Fino a quando ha sognato una salita, poi Gesù e infine la discesa. Non ha visto la luce, come raccontano in tanti, ma secondo la donna, quella discesa ha significato la fine del coma

TAG