Cronaca

Coronavirus a Vallo della Lucania, negativi i tamponi sui familiari della biologa 26enne

Paura in Cilento per il caso positivo di coronavirus Vallo della Lucania. Ad aver contratto il virus è una ragazza 26enne di nazionalità ucraina che da mercoledì sera era ricoverata presso l’ospedale San Luca. Sono risultati negativi, invece, i tamponi effettuati ai familiari della biologa.

Coronavirus a Vallo, negativi i tamponi sulla biologa

Fortunatamente sono risultati negativi i tamponi sui familiari e la cerchia di amici della biologa 26enne risultata positiva al coronavirus. La donna attualmente è ricoverata al Codugno di Napoli.

La donna, una biologa, era tornata lo scorso 15 febbraio ad Abatemarco, frazione di Montano Antilia. Era rientrata da Cremona dove lavora e da cinque giorni accusava tosse e febbre. E così mercoledì sera si era presentata al pronto soccorso dell’ospedale di Vallo della Lucania indossando una mascherina.

Il personale del presidio cilentano ha provveduto a ricoverarla in isolamento ed è subito stato attivato il protocollo. Nel corso della notte sono stati eseguiti i test inviati al Cotugno di Napoli e nella giornata di ieri sono arrivati i risultati. Il sindaco di Montano Antilia, Luciano Trivelli, in mattinata aveva firmato la quarantena per la famiglia della 26enne.

Comunicazione Ufficiale della Regione Campania

“Si comunica che è in corso l’esame dei test delle persone identificate e temporaneamente in quarantena che hanno avuto contatti con i tre cittadini campani risultati positivi al coronavirus. Già da ieri sera è stata tempestivamente ricostruita l’intera filiera di collegamenti. Al momento 23 tamponi sono già risultati tutti negativi. Resta da completare in serata l’esame dei familiari del terzo caso rivelatosi tale la notte scorsa.
Tutti negativi sono quindi i test sui cittadini che hanno avuto contatti con la paziente di Vallo della Lucania e la paziente di Caserta”.

 

Articoli correlati

Back to top button