Eventi e cultura

Presentato il corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno

Il corso è a cura della Fondazione Istituto Teseo Alta Formazione e Ricerca

Nella sede dell’Associazione Salernitani DOC, grazie anche alla collaborazione del dottore Nicola Carrano, è stato presentato il corso di laurea in Mediazione linguistica della SSML Salerno a cura della Fondazione Istituto Teseo Alta Formazione e Ricerca.

Dopo i saluti di Massimo Staglioli, Presidente dell’Associazione Salernitani DOC, il direttore della SSML Salerno e Presidente della Fondazione Istituto Teseo, dottor Stefano Amodio, in compagnia della Vicepresidente della Fondazione Istituto Teseo e Direttore delle relazioni internazionali esterne e Orientamento della SSML Prof.ssa Melina Allegro, hanno relazionato sulla crescita della SSLM salernitana (ci sono 43 SSML in Italia, una per ogni provincia) e sulla qualità dei corsi svolti.

corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno
corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno

Nata nel febbraio del 2019 dapprima come Associazione Scientifica, nel luglio del 2020 si trasforma in Fondazione con sede legale in Piazza Umberto I°, in San Cipriano Picentino presso lo storico Palazzo seicentesco ed ex Convento San Francesco da Paola. La Fondazione opera nel campo dell’alta Formazione e della Ricerca, in particolar modo nell’ambito negli studi e nella formazione della mediazione linguistica, degli Studi Linguistici, delle Scienze Psicologiche Applicate alla neurolinguistica, degli Studi economici con particolare riferimento al Made in Italy. Infatti il corso triennale (CL12), riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca, come anche il successivo step quinquennale (LM94) di laurea magistrale, ha un percorso che forma a livello linguistico elevato, come ha sottolineato lo stesso direttore Amodio, considerando che gli allievi hanno un titolo equivalente al C1 +++ e dopo il quinquennio con un titolo C2 ++.

corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno
corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno

“Nei diversi sbocchi lavorativi abbiamo optato in indirizzo scienze del turismo e made in Italy per lavorare come Export manager – sottolinea Amodio – e abbiamo stretto convenzioni con università e camere di commercio straniere”. I protocolli sono una quindicina di cui 3 in Romania, 3 in Moldavia ma anche in Georgia, a Londra, in Serbia, in Turchia e a San Paolo del Brasile. Essendo un istituto mono corso, la caratteristica saliente è il numero chiuso di studenti per anno a 20, in modo che gli allievi vengono seguiti in una sorta di rapporto one to one con docenti di qualità – come ricorda la professoressa Allegro – “Nella didattica le nostre lezioni puntano oltre che alla qualità ma anche all’offerta formativa inclusiva perché crediamo fortemente che la formazione sia la chiave che possa dare al futuro sia dei giovani che dei meno giovani un miglioramento della qualità della vita e a tal proposito, nella nostra offerta siamo aperti sia ai semplici studenti che agli studenti lavoratori. Le nostre lezioni sono sia in presenza che in modalità telematica”.

Molto importante è anche il sistema meritocratico che l’Istituto pone in essere con borse di studio (circa 6, 7 all’anno) ai più meritevoli; che hanno basso reddito ma che si sono contraddistinti per merito. In aggiunta all’aspetto formativo, l’Istituto Teseo ha attivo la sezione editoriale come Istituto Teseo University Press.

corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno
corso di laurea in Mediazione linguistica della Ssml Salerno

Attualmente sono attive, sei riviste scientifiche e cinque collane universitarie, oltre 360 testi pubblicati, riguardanti non solo il settore delle lingue straniere, ma anche quello di altri insegnamenti che confluiscono nell’indirizzo di studio. Uno spazio interamente dedicato alla produzione scientifica, al fine di pubblicare opere di manualistica e saggistica accademica.Nell’istituto si effettuano anche presentazioni di libri, vi è un’area Reserch, due centri di ricerca attivati con apparecchiature altamente tecnologiche, l’attivazione dell’Erasmus Plus e il marco Polo per i rapporti con la Cina. Un vero e proprio contributo per la valorizzazione del territorio e con la formazione sul territorio dei futuri professionisti.

Articoli correlati

Back to top button