Costringeva la figlia a rapporti sessuali per soldi: confermata la condanna

violenza, atti sessuali

Confermata la condanna per una madre 32enne di Pontecagnano che costringeva la figlia ad avere rapporti sessuali con un anziano in cambio di soldi

PONTECAGNANO. Il Tribunale di Salerno ha confermato la condanna per una madre 32enne di Pontecagnano che costringeva la figlia ad avere rapporti sessuali con un anziano in cambio di soldi.

Confermata la condanna per la madre che costringeva la figlia a prostituirsi

Confermata la condanna per una madre che costringeva la figlia 13enne ad avere rapporti sessuali con un 83enne in cambio di denaro. Niente appello per la 32enne di Pontecagnano che nel 2017 fu arrestata per aver sfruttato la figlia. I giudici hanno respinto il ricorso a carico della donna la quale è stata condannata senza poter affrontare il processo di secondo grado.

Adesso, la 32enne e i suoi legali potranno inoltrare ricorso alla Corte di Cassazione per dimostrare che sua condotta non era finalizzata al tentativo di indurre la figlia alla prostituzione ma era un modo per «raggirare» l’anziano cliente «solo al fine di sottrargli danaro anche di esigui importi».

Fobte: Il Mattino

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG