Costringevano tre prostitute a rapporti sessuali: finanzieri assolti

prostitute

Cinque finanzieri assolti dal Tribunale di Salerno per il reato di concussione: erano accusati per aver obbligato tre prostitute ad aver rapporti sessuali

Cinque finanzieri sono stati assolti dal Tribunale di Salerno per il reato di concussione: erano accusati per aver obbligato tre prostitute dell’Est ad aver rapporti sessuali in cambio della permanenza in Italia.

Aveva costretto tre prostitute ad avere rapporti sessuali con loro: assolti cinque finanzieri

Erano finito nell’occhio del ciclone perché accusati di aver obbligato tre prostitute dell’Est ad aver rapporti sessuali con loro in cambio della permanenza in Italia: il Tribunale di Salerno ha assolto cinque finanzieri che hanno dovuto rispondere alle accuse del reato di concussione.

Come riportato da Salerno Today, tutto avrebbe avuto inizio tra il luglio 2002 e l’ottobre 2003. In questo periodo, i cinque militari avrebbero conosciuto tre ragazze dell’Est europeo e le avrebbero costrette in più occasioni ad aver rapporti sessuali con loro, minacciando di espellerle qualora avessero rifiutato di soddisfarli. I rapporti si sarebbero consumati nelle campagne della litoranea di Pontecagnano, nelle zone circostanti e in alcuni casi anche in caserma. Tra loro figurerebbe anche un maresciallo capo, al quale erano state contestate presunte minacce di morte alle donne.

Inizialmente, il pm aveva chiesto tra condanne e due assoluzioni per gli imputati, ma i giudici della terza sezione alla fine hanno deciso di assolverli tutti, in attesa di conoscere nel dettaglio le motivazioni della decisione.

 

 

TAG