Cronaca

Controlli anti Covid a Salerno: musica ad alto volume e assembramenti, nei guai titolari di due locali

Musica ad alto volume e alcol tra i giovani: nei guai locali di Salerno

Proseguono i controlli anti Covid Salerno. La settimana appena trascorsa, ha visto le Forze dell’Ordine ancora impegnate in un’attenta e capillare attività di controllo atta ad arginare la diffusione del coronavirus.
Sebbene la somministrazione dei vaccini ha contribuito al calo della curva pandemica, le Forze dell’Ordine hanno effettuato mirate verifiche nelle zone dove maggiore è la concentrazione di persone per ridurre il rischio di una ripresa dei contagi.

Covid, controlli a Salerno: il bilancio degli ultimi giorni

La collaborazione tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, nonché la produttiva sinergia operativa con le Polizie Locali e con i Militari dell’Esercito Italiano ha consentito di dare concreta attuazione all’ordinanza disposta del Questore. All’esito dei servizi predisposti, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • 6802 persone controllate;
  • 4196 veicoli controllati;
  • 1288 esercizi pubblici controllati;
  • 19 persone sanzionate per mancato uso della mascherina e per violazione del cd. coprifuoco;
  • 4 titolari di esercizi pubblici sanzionati per violazione misura anticovid, dei quali 2 con l’adozione della sanzione accessoria della chiusura provvisoria.

In particolare, in due diverse aree urbane di Salerno, all’interno di due noti locali pubblici, si è riscontrato un numero consistente di giovani intenti ad ascoltare musica ad alto volume ed a consumare bevande. In tali circostanze gli operatori sono dovuti intervenire per evitare situazioni di pericolo in ordine alla diffusione del Covid, sanzionando i titolari degli esercizi.

In tale contesto si è reso necessario l’intervento di personale della Squadra Mobile e della Volante, perché un gruppo di giovani, in corso di identificazione, hanno dopo la mezzanotte iniziato a litigare ed uno di questi ha esploso sulla pubblica via Roma con una pistola a salve – giocattolo – due colpi. Tali situazioni, grazie alla preziosa collaborazione di alcuni cittadini, sono state immediatamente segnalate alle Forze dell’Ordine e saranno severamente perseguite e riferite alla competente Autorità Giudiziaria.

L’appello in vista della zona bianca

L’imminente passaggio in zona bianca, con l’abolizione del coprifuoco, dovrà portare ad accrescere quei comportamenti responsabili che hanno consentito di raggiungere un calo significativo dei contagi e delle ospedalizzazioni.

Tutti insieme dobbiamo osservare quelle poche ma significative regole di condotta – indossare in modo corretto la mascherina, sanificare le mani, evitare assembramenti – che dovranno sempre più caratterizzare il nostro quotidiano agire per stabilizzare i positivi risultati ottenuti.

Per la prossima settimana sono stati pianificati ulteriori servizi e saranno coinvolti attivamente anche i titolari delle attività commerciali in modo da fare un lavoro di squadra per contenere e regolare quei momenti di aggregazione evitando pericolose derive.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button