Cronaca

Covid, curava gli ammalati a casa: virus uccide medico, dolore a Pontecagnano

Covid, lutto a Pontecagnano: è morto il dottore Giuseppe Comodo. Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social

Dolore a Pontecagnano Faiano dove è morto Giuseppe Comodo, 68enne medico del 118. Deciso sostenitore delle terapie domiciliari che affrontava con grande coraggio e determinazione, è stato stroncato dal virus all’ospedale di Scafati come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

Covid, lutto a Pontecagnano: è morto il dottore Giuseppe Comodo

Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social. Tra questi, quello della sua assistente Tiziana Jean Croccolo che su Facebook scrive: “Amavi il tuo lavoro e il tuo lavoro ti ha ucciso. Hai guarito sotto ai miei occhi centinaia di pazienti… non ti risparmiavi mai, li chiamavi anche tre volte al giorno senza mai tirarti indietro… hai lavorato a Natale, Capodanno, Pasqua e Ferragosto senza mai stancarti…”.

Non era un no vax

Sui social qualcuno ha parlato di una sua presunta posizione no-vax. Su Facebook, nei mesi scorsi, il dottor Comodo scriveva: “Vorrei che mi dessero una sola ragione al mondo per cui pensino che possa funzionare una terza dose dello stesso vaccino che non ha avuto alcun effetto con la prima e con la seconda dose». Poi però, per poter continuare a lavorare, si era sottoposto anche alla terza dose, seppure manifestando forti perplessità. «Chi ha paura – diceva – non sa e avendo paura non vorrà mai sapere”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button