Cronaca

Covid a Nocera Inferiore, nuova ordinanza per i gestori dei locali

Il sindaco Manlio Torquato ha disposto ulteriori regole inerenti l’occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche

Covid a Nocera Inferiore, il primo cittadino Manlio Torquato ha firmato una nuova ordinanza sull’occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche per i gestori dei locali.

Covid, nuova ordinanza per i gestori dei locali a Nocera Inferiore

L’amministrazione comunale, in particolare, ha stabilito che:

  • ai gestori di pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande (esempi bar, pub, ristoranti, pizzerie, e similari) è concedibile la superficie massima secondo la disponibilità dell’area, in relazione alla viabilità ed al rispetto dei diritti dei terzi (purché residui una fascia di marciapiede che garantisca il pubblico passaggio ed una fascia di sede stradale idonea alla circolazione veicolare in relazione al dispositivo di traffico vigente). L’occupazione potrà avvenire mediante l’installazione di arredi quali: tavoli, sedie, ombrelloni e/o similari, arredi di facile rimozione (es.: granitori, cavalletti pubblicitari e treppiedi).
  • Alle imprese artigiane operanti nel settore alimentare ed alle attività di vendita autorizzate ad effettuare il consumo sul posto (es. rosticcerie, gelaterie, pasticcerie, ecc) è concedibile l’occupazione di suolo pubblico dell’area antistante l’attività (larghezza massima 2 metri – lunghezza massima equivalente alla porzione di facciata prospiciente la strada).
  • L’occupazione potrà avvenire mediante l’installazione di arredi quali: sgabelloni, piani d’appoggio, cavalletti pubblicitari, treppiedi e similari.
  • Le istanze dovranno essere presentate in via telematica all’ indirizzo: suap@pec.comune.nocera-inferiore.sa.it utilizzando l’apposito modello scaricabile dal sito istituzionale, con allegata una planimetria ed in deroga alla normativa in materia di imposta di bollo.

Nella domanda i gestori, inoltre, dovranno:

  • impegnarsi a mantenere l’area oggetto di concessione in condizioni di costante pulizia e decoro; – evitare l’occupazione dinanzi ai varchi di ingresso ed uscita e/o alle vetrine di attività economiche limitrofe, salvo consenso scritto del titolare dell’attività stessa;
  • accettare che l’occupazione concessa possa essere revocata qualora si verifichino situazioni in contrasto con gli interessi della collettività, ovvero se l’occupazione stessa crei problemi di qualsiasi natura, a insindacabile giudizio dell’Amministrazione;
  • comunicare all’Amministrazione la volontà di continuare ad occupare i mq richiesti anche dopo la fine del periodo di esonero dal pagamento del canone (fissata, allo stato, al 30/06/2021).

Il Suap – precisano dal Comune – “acquisirà le istanze pervenute e le trasmetterà al Comando di Polizia Locale per le verifiche di competenza”. Fatte salve le violazioni previste dal codice della strada, il “reiterato accertamento di non congruità da parte degli organi di Polizia stradale, rispetto all’istanza presentata, comporterà la decadenza dal beneficio concesso”.


Articoli correlati

Back to top button