Cronaca

Sarno: “contagi fuori controllo, chiudere subito il reparto di ginecologia”

Sarno, positivi operatori sanitari e pazienti. «Contagi fuori controllo, chiudere subito il reparto». Scatta l'allarme

Sarno, positivi operatori sanitari e pazienti. «Contagi fuori controllo, chiudere subito il reparto». È l’allarme lanciato per la divisione di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Martiri del Villa Malta, dopo il boom di contagi tra medici, infermieri, ostetriche, e donne in gravidanza.

Sarno, è allarme contagi: “Stop a ginecologia”

È la Fials di Salerno, attraverso Carlo Lopopolo, a mettere nero su bianco le gravi condizioni degli ultimi giorni, chiedendo la sospensione temporanea dei ricoveri per procedere a nuovi controlli e sanificazioni. «Questa richiesta nasce dall’esigenza di contenere la propagazione del virus che ha già comportato la decimazione del personale in servizio, già ampiamente allo stremo delle forze», si legge nella nota.

«È necessario intervenire subito a tutela dei lavoratori e dei degenti considerata la diffusione ormai fuori controllo dei contagi degli ultimi giorni. È doveroso procedere immediatamente alla temporanea sospensione dei ricoveri e delle attività ambulatoriali per sottoporre tutto il personale assegnato alla unità operativa di ostetricia e ginecologia a sorveglianza sanitaria nel rispetto dei protocolli vigenti. È indispensabile la sanificazione di tutti gli ambienti del reparto in questione. I dati testimoniano che i protocolli o presunti tali messi in atto si siano rivelati del tutto fallimentari».

La Fials «ritiene fondamentale tutelare la salute dei lavoratori operanti nei vari reparti e servizi, senza i quali il sistema andrebbe al collasso, con nefaste conseguenze che si andrebbero a ripercuotere inevitabilmente sull’intero modello organizzativo sanitario e di riflesso sui cittadini».

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto