Cronaca

Salerno, in terapia intensiva tablet per consentire ai pazienti Covid di rivedere i parenti

Covid, l'Asl di Salerno distribuisce tablet ai pazienti delle Terapie Intensive per consentirgli di vedere i familiari a distanza

Tablet alle Terapie Intensive per connettere i pazienti Covid ai familiari. L’Asl Salerno ha acquistato e consegnato ai responsabili delle Terapie Intensive di tutti i propri ospedali i tablet con i quali i pazienti isolati per il Covid potranno connettersi e dialogare in videochiamata con i propri familiari.

Covid, tablet ai pazienti delle Terapie Intensive

L’esigenza di garantire a tali ammalati un contatto, seppure virtuale, con i propri cari era stata raccolta dai medici e dal personale sanitario impegnato in prima linea nell’assistenza ai pazienti colpiti dal virus, che nei giorni scorsi avevano lanciato un appello ai vertici aziendali.
L’Asl Salerno, accogliendo tale istanza, ha acquisito e messo a disposizione dei pazienti in isolamento Covid questi preziosi strumenti, per rafforzare il concetto di umanizzazione che l’azienda ha sempre auspicato in questi percorsi assistenziali, in cui il paziente non può avere alcun tipo di contatto con i propri familiari se non tramite la tecnologia.

Dove sono stati distribuiti i tablet

I tablet sono stati consegnati a tutti gli ospedali dell’Asl:
  • Sapri
  • Vallo della Lucania
  • Agropoli
  • Polla
  • Oliveto Citra
  • Eboli
  • Roccadaspide
  • Battipaglia
  • Sarno
  • Nocera Inferiore
  • Pagani
  • Scafati.

Con l’aiuto di tali dispositivi si potrà superare la fase di “isolamento” sofferta dai degenti che, a causa delle restrizioni del Covid, non possono ricevere visite negli ospedali. La privazione delle relazioni con i propri affetti, infatti, è dolorosa almeno quanto la patologia che ha colpito queste persone.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button