Crac Amato, Giuseppe Amato junior condotto in caserma

Peppino Amato junior condotto in caserma, ieri, dopo le diverse violazioni delle prescrizioni imposte dal Tribunale di Sorveglianza

SALERNO. È stato condotto in caserma, ieri pomeriggio verso le 18, Giuseppe Amato junior, coinvolto nella vicenda del fallimento del noto pastificio Amato.

Peppino Amato è uscita dal carcere lo scorso 5 dicembre, in affido ai servizi sociali ma da allora diverse sono state le violazioni delle prescrizioni imposta dal Tribunale di Sorveglianza. E così, ieri è giunta l’ennesima segnalazione all’autorità giudiziaria dopo l’ultima violazione commessa pochi giorni fa.

Peppino junior, dopo il periodo di detenzione in carcere, era riuscito anche a trovare lavoro in un negozio di abbigliamento in via dei Mercanti, in attesa di tornare libero, i primi mesi esitivi.
Proprio nella prospettiva di scontare definitivamente il suo debito con la giustizia, nelle ultime settimane aveva fatto anche una serie di colloqui un lavoro.

TAG