Cronaca

Crac del Camino Real: arriva la condanna per i gestori della discoteca

SALERNO. Cade l’accusa di bancarotta fraudolenta per il fallimento dell’ex Camino Real, ma arriva la condanna. Secondo i giudice della Seconda sezione penale, ci fu solo il reato di bancarotta documentale in merito al crac della società che gestiva la discoteca.

Stando a quanto riporta La Città, Massimo Murino sarebbe stato condannato a 3 anni di reclusione, Antonietta Diodato ed Alessandro Peluso, invece, a 2 anni e 6 mesi, Assolta da tutti i capi d’imputazione Domenica Serra, moglie di Peluso, perché il fatto non sussiste. Soddisfatta la difesa (Antonio Cammarota), certo che «la pena minima inflitta Alessandro Peluso troverà ampia revisione in sede di appello».

Articoli correlati

Back to top button