Cuccioli bruciati ad Eboli, i sopravvissuti ora cercano casa. L'appello

cuccioli cani incendio eboli

Cercano casa i cani sopravvissuti all'incendio di Eboli.

Cercano casa i cani sopravvissuti all’incendio di Eboli.

Fiammetta e la sua mamma Sofie sono gli unici cani sopravvissuti al rogo che si è sviluppato la scorsa settimana a Marina di Eboli e in cui hanno perso la vita diversi cuccioli.

La piccola Fiammetta è ancora ricoverata in prognosi riservata e la sezione di Salerno della Lega del Cane sta tenendo la situazione sotto stretto controllo.

“E’ ancora lunga la strada per poter dire che sei fuori pericolo, ma insieme ce la faremo – scrivono i volontari su Facebook – Ci troviamo a Marina di Eboli, in una di quelle tante traverse popolate dal degrado e da migliaia e migliaia di extracomunitari.

In una di queste abitazioni si è sviluppato un incendio, le cause sono ancora da stabilire,fatto sta che gli unici a rimetterci la pelle sono stati questi poveri cuccioli.

L’incendio si è sviluppato unicamente in quell’angolo del terreno dove erano chiusi, senza aver così nessuna via di scampo.

Vigili del fuoco, Asl di Eboli, Carabinieri e noi della Lega del Cane di Salerno siamo riusciti a portare in salvo solo una cucciola, Fiammetta (ricoverata in prognosi riservata) e la sua povera mamma”.

Per adozioni è possibile contattare la Lega del Cane di Salerno ai numeri 089 303039 e 327 0428428.


Il post

 


L’associazione zoofila rocchese Dalle Zampe al Cuore, invece, ha scritto un post su Facebook dedicato alla mamma dei cuccioli morti nell’incendio, Sofie. La speranza è di trovare anche per lei una nuova famiglia.

“Quanto parlano i tuoi occhi…a cosa hanno dovuto assistere…al pianto straziante dei tuoi cuccioli mentre bruciavano vivi e tu non potevi aiutarli. Già…hanno dato fuoco a tutto il vostro recinto, dovevi esserci anche tu tra le vittime, ma fortunatamente sei salva.

Oggi con il tuo sguardo spento ed afflitto mi seguivi ovunque cercando conforto, pur non conoscendomi.

Questo post non è stato scritto per raccontare i particolari dell’accaduto, li potete leggere sulla pagina della Lega del Cane di Salerno, che ha prestato ad entrambi i primi soccorsi, ma per aiutare lei ed il suo cucciolo superstite a dimenticare, sarà dura ma con l’aiuto di Dio ed una grande mamma questa povera anima, che ha perso i suoi cuccioli in modo straziante, crudele e spietato, deve finalmente conoscere l’amore vero, quello che non ha mai avuto…perché usata solo per sfornare cuccioli.

Lei è Sofie, circa 8/9 anni, pacifica con qualsiasi essere vivente, vi dimostra grande fedeltà anche se vi conosce da poco, credetemi è degna di tanto rispetto.

Vi prego di aiutarla…glielo dobbiamo!!!

In canile non deve restare, basta quanto ha sofferto. Per tutte le informazioni, contattare il Canile di Cava de’Tirreni”.


Il post


Le foto

 


 

TAG