Cronaca

Cuccioli di cane chiusi in un sacchetto ed abbandonati: salvati dai volontari

Non c’è fine alla crudeltà umana. Nelle campagne di Padula, sono stati ritrovati due cuccioli di cane chiusi in un sacchetto e abbandonati.

Cuccioli di cane chiusi in un sacchetto ed abbandonati a Padula, salvati

Chiusi in un sacchetto legato con una corda e abbandonati lungo le campagne di Padula. Purtroppo, episodi del genere continuano a non diminuire.

Solo il prezioso intervento di volontari dell’Associazione “Qua la zampa Effe”  ha permesso ai due cuccioli di sfuggire all’amaro destino. I due cagnolini sono stati affidati alle cure del veterinario e rimarranno ricoverati ancora per qualche giorno.

Il commento dell’Associazione

Io e gli altri volontari dell’associazione riceviamo continue segnalazioni negli ultimi due giorni voglio evidenziare in particolare i cuccioli abbandonati chiusi in un sacco, una segugia zoppa e una cagnolona senza più peli. Facciamo fatica, tanta fatica. Ricordo che fare il volontario vuol dire trovare tempo e risorse proprie per occuparsi di un problema di tutti e non è il nostro lavoro.

Non siamo noi a doverci occupare per legge del fenomeno. Aiutare un animale in difficoltà vuol dire sostenere spese mediche e di mantenimento, vuol dire che c’è del tempo impegnato sempre, tutti i giorni.

Per legge il responsabile dei cani rinvenuti sul proprio territorio è il Sindaco, per il tramite della Polizia Municipale, a cui spetta il compito di chiedere l’intervento della ASL”.

Questa è inciviltà ai danni di tante persone che amano il nostro territorio e gli animali la presenza di animali vaganti crea continui disagi e genera ingenti costi. I cani di proprietà non devono andare in giro da soli, devono essere evitate le cucciolate. Mi dispiace dirlo ma alcuni cittadini allevano randagi.

Il nostro territorio è meraviglioso ma per tutelarlo è doveroso cambiare. I comportamenti che danneggiano tutti vanno sanzionati con fermezza e continuità”

 

Articoli correlati

Back to top button