Danneggiava auto a chi non lo “pagava”, scatta il divieto di dimora in tutto il salernitano

vandali-battipaglia-forati-pneumatici-auto

Questo è il destino che spetta a Biago Mosca, il 50enne cavese che bucava gli pneumatici delle auto di chi gli rifiutava qualche spicciolo. Tra le vittime c’erano anche il sindaco Vincenzo Servalli e il suo vice Senatore

CAVA DE’ TIRRENI. Finirà a processo per estorsione e danneggiamenti.

Questo è il destino che spetta a Biago Mosca, il 50enne cavese che bucava gli pneumatici delle auto di chi gli rifiutava qualche spicciolo. Tra le vittime c’erano anche il sindaco Vincenzo Servalli e il suo vice Senatore.

Danneggiava auto a chi non lo “pagava”: i dettagli

Dopo le prime misure prese nei suoi confronti ora la situazione è aggravata dopo che la polizia lo aveva trovato nuovamente in città, con l’allontanamento dalla provincia di Salerno.

Ma il suo legale difensore, Teresa Sorrentino, non ci sta: «Decisione ingiusta e inidonea».

«La vicenda mi rattrista molto – spiega il suo legale – perché entrambi i tentativi di recuperare per l’indagato una condizione di dignità sono andati persi.

Al di là del merito della vicenda, ritengo ingiusta la cautela imposta a Mosca, balzato agli onori della cronaca per aver bucato le ruote all’auto di sindaco e vicesindaco. Evidenzio che entrambi hanno accettato le sue scuse, comprendendo lo stato di disperazione di questi e non solo. Mosca è privo di ogni capacità economica».

TAG