Salerno, deiezioni canine non raccolte: controllati 11 proprietari di cani

deiezioni-canine-salerno-controlli-vigili-autocertificazione

Deiezioni canine a Salerno, controlli della Polizia Municipale: fermate 11 persone tutte in regola. Controlli anche sull'abbandono di rifiuti

Controlli sulla mancata raccolta delle deiezioni canine Salerno. A seguito delle segnalazioni giunte al Comando di Polizia Municipale da parte di cittadini residenti di Piazza Gian Camillo Gloriosi e zone limitrofe, nonché di via Madonna di Fatima, relative alla mancata raccolta delle deiezioni animali da parte dei proprietari di cani, questa mattina personale del Nucleo Operativo – Decoro Urbano del Comando di P.M. ha effettuato un servizio mirato in abiti civili nelle strade citate, al fine di accertare l’osservanza delle norme regolamentari sulla detenzione di animali domestici, ed in particolare quelle relative all’abbandono di deiezioni sul suolo pubblico.

Deiezioni canine a Salerno, i controlli

Il servizio, oltre a garantire l’igiene e il decoro delle strade, era finalizzato a verificare la regolare movimentazione delle persone in rispetto delle prescrizioni in atto per il contenimento del Covid19.

Nel contesto dell’attività sono state controllate 11 persone, che, dall’autocertificazione in possesso, risultavano tutte residenti nei pressi delle strade in cui sono state controllate, erano tutte munite dell’attrezzatura per la rimozione delle deiezioni e i loro cani risultavano regolarmente microchippati e iscritti all’Anagrafe Canina Regionale. Delle undici persone controllate, due sono state sanzionate per la mancata raccolta delle deiezioni prodotte dai loro cani.

Controlli anche sull’abbandoni di rifiuti

È stato, inoltre, svolto un servizio programmato e congiunto con personale della Società Salerno Pulita, con particolare attenzione al fenomeno dell’abbandono di rifiuti sul suolo pubblico. In tale contesto si è provveduto alla bonifica di una macrodiscarica in via Paolo VI, con la rimozione di un ingente quantitativo di rifiuti, dando continuità alla stessa attività svoltasi, con le stesse modalità, tre giorni prima.

Dalle ispezioni dei rifiuti, avvenute nei due diversi giorni, sono emersi elementi cartacei che hanno consentito di risalire a 6 responsabili degli abbandoni, che verranno sanzionati come previsto dalle ordinanze vigenti in materia. Tali servizi continueranno e si intensificheranno nei prossimi giorni.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG