Politica

Depuratore di Tavernola, aggiudicata la gara. Soddisfatto Ugo Tozzi

BATTIPAGLIA. Concluso l’iter d’appalto per i lavori di adeguamento funzionale dell’impianto di depurazione di Tavernola. La gara è stata affidata e l’opera, finanziata con una parte dei fondi dell’accordo di programma strategico per le compensazioni ambientali nella regione Campania del 18 luglio 2008, è pronta a partire.

L’impianto di depurazione, una volta entrato a regime, consentirà il trattamento di rifiuti fognari pari a 200 litri al secondo, rispetto agli attuali 40 litri al secondo, soddisfacendo il fabbisogno di circa 60mila abitanti. Ferma restando la realizzazione del collettore principale del quartiere Belvedere, pure in fase di espletamento di gara.

La depurazione e l’ambiente rappresentano due temi che stanno molto a cuore al candidato sindaco Ugo Tozzi (foto), già quando ricopriva la carica di presidente del consiglio comunale.

ugo-tozzi1

«Finalmente uno dei due progetti finanziati allo scopo di risolvere definitivamente il problema depurazione fa un grosso passo in avanti – commenta il dottor Tozzi – Bisogna spingere adesso per far sì che non ci siano più intoppi e si svolga tutto rapidamente. Ricordiamo che da solo questo ampliamento non risolve il problema, quindi bisogna spingere affinché anche la gara per l’allaccio al depuratore di Salerno si svolga al più presto. I due interventi ci consentiranno di ritornare ad avere un mare all’altezza delle aspettative. Un problema così serio non può avere altri rallentamenti».

Non nasconde la propria soddisfazione il candidato sindaco Tozzi: «sono felice che qualcosa si muova, anche se credo che i lavori inizieranno in autunno per evitare ulteriori disagi nel periodo estivo. Saremo vigili e attenti sul controllo degli scarichi abusivi sul nostro territorio e chiediamo ai sindaci dei comuni limitrofi di fare altrettanto. Il mio obiettivo è di restituire un mare balneabile ai nostri cittadini insieme alla riqualificazione della nostra fascia costiera per rilanciare il turismo e con esso l’occupazione».

Articoli correlati

Back to top button