Salerno, detenuto radicalizzato al carcere di Fuorni: è allarme

carcere Fuorni

Nel carcere di Fuorni ci sarebbe un detenuto radicalizzato: la sua presenza è ritenuta pericolosa, gli inquirenti temono proseliti

Nel carcere di Fuorni ci sarebbe un detenuto radicalizzato: la sua presenza è ritenuta pericolosa tanto da aver spinto gli inquirenti ad aumentare la sorveglianza su uno di loro.

Nel carcere di Fuorni ci sarebbe un detenuto radicalizzato, l’allarme

Tra i 51 detenuti di origine islamica presenti al carcere di Salerno, uno di loro sarebbe sospettato di radicalizzazione.

L’allarme sul rischio radicalizzazione arriva dalla relazione annuale presentata ieri nel carcere di Fuorni dal Garante dei detenuti della Regione Campania Samuele Ciambriello.

Molti dei detenuti islamici, secondo la relazione, rifiutano di seguire le regole interne al carcere, creano disordini, utilizzano un abbigliamento tradizionale della cultura araba e frequentano il luogo di culto a loro dedicato in maniera ossessiva.

TAG