Cronaca

Dichiara di essere l’unica erede del marito ed esclude i figli: 74enne multata

Una donna di 74 anni dovrà pagare una multa di oltre 13 mila euro per aver escluso i figli dall’eredità paterna e aver dichiarato all’Agenzia delle Entrate di essere l’unica destinataria dei beni del defunto marito.

Esclude i figli dall’eredità e dichiara il falso all’Agenzia delle Entrate: 74enne dovrà pagare una multa salatissima

Dichiara falsamente all’Agenzia delle Entrate di essere l’unica erede del marito scomparso e tenta di estromettere i figli: una donna di 74 anni, residente a Sarno, è finita nei guai e ora dovrà pagare una multa di 13mila e 500 euro per l’accusa di falsità ideologica commessa dal privato in atti pubblici.

Come riportato da “Il Mattino”, la sentenza arriva direttamente dalla Procura di Nocera Inferiore nei confronti di una 74enne che aveva dichiarato all’Agenzia delle Entrate di essere l’unica destinataria dei beni del marito defunto. In realtà, la donna ha ben quattro figli, i quali avrebbe dovuto dividere l’eredità paterna insieme alla madre, ma la donna avrebbe ben pensato di estromettergli dichiarando il falso. In seguito ad indagini approfondite, la 74enne fu denunciata a piede libero.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto