Disoccupazione a Salerno: nel 2018 persi 3mila posti di lavoro

lavoro

I dati Istat rivelano che a Salerno e in provincia l'occupazione è in calo: nell'ultimo anno sono stati persi 3mila posti di lavoro

SALERNO. I dati Istat rivelano che a Salerno e in provincia l‘occupazione è in calo: nell’ultimo anno sono stati persi 3mila posti di lavoro, ma migliora la posizione delle donne.

2018 nero per Salerno: persi 3mila posti, disoccupazione in aumento ma migliorano le donne

Arrivano dati poco confortanti per il mondo del lavoro a Salerno e provincia: nell’ultimo anno, il 2018, è calata l’occupazione. Negli ultimi 12 mesi infatti sono andati perduti ben 3mila posti di lavoro, anche se la situazione delle donne sembra essere migliorata rispetto al passato. Questo è il quadro emerso dagli studi Istat che ha messo sotto la lente di ingrandimento le performance occupazionali di tutte le province della penisola.

Nonostante in tutto il territorio nazionali risultano aumenti dell’occupazione, a Salerno il tasso è sceso allo 0,6 per cento, il che vuol dire 326mila persone non lavorano, pur potendolo fare. In pratica, il 45 per cento di chi rientra nella cosiddetta età da salario, dichiara che non è alla ricerca di un posto di lavoro. Come racconta anche il quotidiano “Il Mattino”, il paradosso sarebbe che la disoccupazione è diminuita, ma stranamente anche l’occupazione.

Una cosa però è positiva: l’andamento del tasso di disoccupazione della provincia di Salerno. I picchi del 17 per cento (e oltre) dal 2012 al 2015 sono ormai un ricordo dato che negli ultimi tre anni la riduzione è stata costante. Solo tra il 2017 e il 2018 si è passati dal 15,9 per cento all’attuale 15 per cento. Quindi, stando ai dati Istat, emerge che solo un giovane su cinque al di sotto dei trent’anni, sul territorio salernitano ha un lavoro.

Dalle donne arriva la notizia positiva dell’analisi Istat: sono state 132mila le “occupate” nel 2018, in crescita dell’1% rispetto all’anno precedente. 


Fonte: Il Mattino

TAG