Cronaca

Documenti falsi per avere fondi europei: sequestro da oltre un milione a imprenditore della Piana del Sele

Piana del Sele, documenti falsi per fondi europei: scatta il sequestro da oltre un milione di euro per una azienda

Aveva presentato documenti falsi pere accede a fondi europei. Per questo motivo un imprenditore della Piana del Sele è finito nei guai. In data odierna, in esecuzione del decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Salerno – Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari, su conforme richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, militari del Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Salerno hanno proceduto a vincolare risorse finanziarie nonché immobili e terreni aziendali del valore complessivo di oltre un milione di euro, per accertata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche a danno del Bilancio dell’Unione Europea.

Documenti falsi per fondi europei, nei guai imprenditore della Piana del Sele

L’esecuzione di tale sequestro costituisce l’epilogo di una lunga e mirata attività di indagine, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Salerno, che ha coinvolto un imprenditore agricolo, titolare di una importante azienda biologica operante nella Piana del Sele su una superficie di circa 70 ettari, specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti orticoli in serre.

In particolare, dalle indagini è emerso che l’imprenditore agricolo aveva falsamente dichiarato nella relativa domanda di aiuto di possedere i requisiti previsti dal bando di attuazione della Misura 121 del PSR Campania 2007/2013, ottenendo così indebitamente finanziamenti dall’UE destinati a sostenere il comparto agricolo.

Le indagini

Nello specifico, i riscontri fatti dai Carabinieri, anche attraverso l’analisi di copiosa documentazione acquisita presso i competenti Uffici regionali e comunali, hanno permesso di documentare che lo stesso imprenditore aveva realizzato un impianto serricolo ed opere agrarie connesse di circa 40milla metri quadrati nel Comune di Montecorvino Rovella, in assenza della prescritta autorizzazione edilizia nonché su fondi in parte già oggetto di sequestro preventivo.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button