Erano ai domiciliari e continuavano a spacciare: in carcere i fratelli Natella

spaccio-droga

Emergenza spaccio di droga a Salerno. Ieri mattina i fratelli Mauro e Marco Natella sono finiti in carcere insieme a Michele Sica

SALERNO. Emergenza spaccio di droga a Salerno. Ieri mattina i fratelli Mauro e Marco Natella sono finiti in carcere insieme a Michele Sica per un aggravamento della misura cautelare cui erano stati sottoposti.

I fratelli Natella erano agli arresti domiciliari, mentre Sica aveva l’obbligo di dimora.

Il fatto

I tre erano coinvolti nell’operazione antidroga di due anni fa.

La Dda e la polizia avrebbero scoperto che nonostante i tre fossero stati sottoposti a misure cautelari, avrebbero continuato a spacciare droga soprattutto nell’abitazione di Mauro Natella, a Brignano.

Le condanne

Nelle scorse ore erano stati condannati, nell’ambito della stessa inchiesta di due anni fa, alcuni imputati che avevano scelto il rito abbreviato. Il fratello di Mauro e Marco, Luigi Natella è stato condannato a 16 anni di reclusione.

Anche Mauro Natella ha scelto il rito abbreviato, ricevendo la condanna di 6 anni e 8 mesi di carcere.

Sica e Marco Natella, invece, continueranno il processo con rito ordinario.

Nello stesso procedimento sono stati condannati a 6 anni e 8 mesi il nipote del boss Ciro Marigliano, Ciro Marigliano Jr e a 5 anni e 4 mesi suo fratello Michele.

Fonte La Città

 

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG