Cronaca

Donna cade in una buca a Pagani, consigliere schiaffeggiato

PAGANI. Consigliere schiaffeggiato per aver risposto con una battuta dopo la caduta in una buca di una donna. «Chiamate la Gori» questa sembra esser stata la frase che ha scaturito la reazione di uno dei residenti di Viale Trieste. La vicenda è accaduta mercoledì sera, nello storico quartiere della città che ha dato i natali al sindaco Salvatore Bottone.

La donna, caduta in una buca davanti casa, è finita in ospedale e i residenti hanno iniziato ad intervenire contro gli amministratori. Il peggio è avvenuto quando un consigliere è intervenuto in maniera ironica alle proteste che si stavano generando. In un primo momento i cittadini hanno iniziato a spiegare al politico che quella buca aveva 5 mesi e che avevano più volte segnalato il disagio urbano in cui versano, chiedendo l’immediata risoluzione del problema.

La donna aveva riportato una grave contusione al piede e, dopo l’arrivo dei sanitari del 118 che hanno deciso di trasportarla all’ospedale, sono giunti molti altri residenti insieme a quelli che hanno assistito alla scena insieme ad un consigliere comunale. i cittadini, vedendolo, gli avevano chiesto per l’ennesima volta di porre rimedio, ma secondo le testimonianze non avrebbe saputo fornire le indicazioni necessarie a risolvere la questione. «chiamate la Gori, sono loro gli interessati». Un’affermazione che ha determinato la rabbia di un cittadino che avrebbe schiaffeggiato l’amministratore, producendo un parapiglia terminato con l’allontanamento del politico e residente.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button