Donna uccisa a Sala Consilina, il fratello latitante di Violeta minaccia il cognato in un video

Donna uccisa a Sala Consilina, il fratello latitante di Violeta minaccia il cognato in un video

Dopo il femminicidio a Sala Consilina, spunta un video del fratello latitante di Violeta che minaccia il cognato. "Ti strappo gli occhi", afferma l'uomo

SALA CONSILINA. Dopo il femminicidio a Sala Consilina, spunta un video del fratello latitante di Violeta che minaccia il cognato. “Ti strappo gli occhi“, afferma l’uomo in un video pubblicato in una storia di Instagram.

Costantin, il fratello di Violeta Senchiu, la 32enne rumena uccisa, sabato pomeriggio, a Sala Consilina per mano del compagno, un 48enne del posto, prontamente arrestato dai carabinieri ed attualmente piantonato presso l’ospedale “San Carlo” di Potenza.

Il video di minacce

In un video pubblicato su Instagram Costantin, latitante da circa due anni per reati contro il patrimonio, minaccia di morte il cognato: “Io non riesco a vivere bene, non riesco a dormire. Ma appena ti strappo gli occhi e vedo tua madre piangere per te, come mia madre piange per mia sorella, così voglio vedere tua madre che va per terra come un serpente e versa le lacrime di sangue”.

“Ti strappo gli occhi”

Poi si rivolge anche ai carabinieri provocandoli: “Mi dovete fare solo un p….., in due anni non mi avete trovato e non mi troverete. Fidatevi di me. Quell’infame pezzente pagherà”. Il video è stato subito scaricato dai militari dell’Arma di Sala Consilina che hanno avviato le indagini del caso per rintracciare il fratello latitante della vittima.

Il dramma

omicidio_senchiu violeta sala conslina

Il 48enne di Sala Consilina è accusato di omicidio per omicidio pluriaggravato, per futili motivi, crudeltà e premeditazione, della sua compagna e per incendio doloso. I militari, attraverso le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza presenti nella zona, hanno ricostruito la dinamica del delitto.

L’uomo, nel pomeriggio di sabato, si è recato presso un distributore di carburanti per riempire due taniche di benzina e, successivamente, è tornato nel suo appartamento dove ha riversato il liquido infiammabile sul pavimento dandogli immediatamente fuoco, scatenando l’incendio della casa e provocando la morte della sua compagna rumena. La salma di quest’ultima è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nelle prossime ore sarà effettuata l’autopsia.

Il video


Il nuovo video e le scuse

Dopo il video di minacce, è spuntato un nuovo video del fratello di Violeta Senchiu, questa volta di scuse. L’uomo si è detto pentito per le parole indirizzate al compagno della donna, accusato di averne provocato la morte.

 

TAG