Cronaca

Dramma nel salernitano, investe e uccide lo stalker della compagna: “L’aveva picchiata per anni”

NOCERA INFERIORE. Maltrattamenti e percosse, questo è quanto aveva subito per almeno due anni Filomena S. da parte del suo stalker ed ormai ex fidanzato.

Ed è questo stesso stalker che, dopo la denuncia di Filomena, sottoposto agli arresti domiciliari, con l’accusa di stalking e lesioni, ha trovato la morte  causa delle gelosia che lo aveva portato ad agire in questo modo nei confronti della donna.

Fabrizio Senatore, infatti, 43enne salernitano residente nella zona industriale, nella notte tra sabato e domenica scorsa era salito in sella alla sua motocicletta per giungere a Nocera Inferiore. Probabilmente era in compagnia.

Investe e uccide lo stalker della compagna: i dettagli

Arrivato nel quartiere Cicalesi, nei pressi del bar Petruccelli, l’uomo aveva notato la sua ex fidanzata in compagnia di un’altra persona. Come già aveva fatto in passato, l’aveva spiata e poi, una volta che lei era tornata in casa, si era diretto verso l’altro uomo, Domenico Senatore.

Sarebbe stato proprio Fabrizio ad aggredire il 30enne, probabilmente visto come un potenziale rivale in amore, in virtù di una chiusura del rapporto, quella con la sua ex, che il salernitano proprio non voleva accettare.

La sua furia, secondo quanto riporta Il Mattino, si è spenta a ridosso del muro dell’abitazione della donna, schiacciato dall’auto che guidava Domenico, che probabilmente nel fuggire lo ha investito.

Lo chiariranno gli inquirenti.

Chi era Fabrizio Senatore?

Fabrizio era un camionista, padre di una figlia molto giovane, aveva nel suo casellario diversi precedenti penali.

È il gip del tribunale di Nocera Inferiore che li aveva citati, quando dispose per lui, un mese fa, gli arresti domiciliari dopo la denuncia di Filomena S.

Dall’estorsione alla violenza privata, fino alla minaccia e alla resistenza a pubblico ufficiale. Poi lo stalking, la cui accusa giustificò lo stato d’arresto presso la propria abitazione.

Secondo la denuncia della 37enne nocerina, quando Fabrizio fu mollato, avrebbe dato inizio ad un’opera di persuasione, violenta e incessante, pur di tornare insieme a lei.

Articoli correlati

Back to top button