La drammatica storia della salernitana Veronica: «Segregata in casa e picchiata per 4 anni»

«Mi picchiava, diceva che avevo il demonio. Continuava ad aggredirmi perché sosteneva che in questo modo il diavolo sarebbe uscito da me». Questa la drammatica storia di Veronica

«Mi picchiava, diceva che avevo il demonio. Continuava ad aggredirmi perché sosteneva che in questo modo il diavolo sarebbe uscito da me». Questa la drammatica storia di Veronica, una giovane 22enne di Montesano sulla Marcellana, nel salernitano, che ha dichiarato su Canale 5, a Pomeriggio Cinque, nel programma di Barbara D’Urso di aver subito per 4 anni aggressioni dall’amante di sua madre.

La drammatica storia della salernitana Veronica finisce da Barbara D’Urso: «Segregata in casa e picchiata per 4 anni»

L’uomo l’ha segregata in casa per oltre 4 anni e ripetutamente la picchiava. Veronica ha raccontato: «Per le botte ricevute ho subito: la frattura del setto nasale, la perdita dell’occhio sinistro, bruciature su tutto il corpo e altre violenze simili. Quando è stato arrestato mi sono liberata. Mi costringeva a stare in casa, non avevo tregua. Mamma sapeva tutto e non ha fatto mai niente».

Tra l’emozione e i tremori del suo racconto, quasi come se rivivesse i drammatici momenti, Veronica ha trovato il coraggio di denunciare, ed oggi si sente sicura e tranquilla. È riuscita a ricostruire la sua vita e a ripartire.

TAG