Traffico di droga e truffe al cimitero di Angri: quindici indagati e cinque arresti

droga-truffe-cimitero-angri-indagati-arresti

Traffico di droga e truffe al cimitero di Angri: il bilancio delle operazioni dei carabinieri è di 15 indagati e cinque arresti. Ci sono anche due custodi

Traffico di droga e truffe al cimitero di Angri: il bilancio delle operazioni dei carabinieri è di 15 indagati e cinque arresti. Ci sono anche due custodi.

Droga e truffe al cimitero di Angri: le operazioni

Quindici indagati e cinque arresti: questo il bilancio dei carabinieri che hanno messo a segno un’importante operazione all’interno del cimitero di Angri. Le persone coinvolte sono accusate di traffico di droga e truffe all’interno del camposanto comunale. A riportare la notizia è il quotidiano “Il Mattino”

Le accuse sono per la precisione di violazione di sepolcro, dall’abuso d’ufficio alla falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. Le operazioni dei militari sono state svolte nella giornata di ieri. Nei guai sono finiti anche due custodi del cimitero, dipendenti del Comune di Angri.

Le truffe

Stando alle accuse, proprio i due custodi avrebbero stretto accordi con i parenti dei defunti per mettere in piedi un giro di false dichiarazioni di residenza dei morti, permettendo così pagamenti al Comune di somme decisamente inferiori rispetto a quelle previste per la tumulazione per coloro che vivono oltre il territorio angrese.

 

 

TAG