Cronaca

Eboli, affidamenti pubblici: rischio commissariamento per il Comune

EBOLI. L’Anticorruzione ha avviato un’altra indagine sugli affidamenti pubblici del Comune di Eboli. Dunque, dopo i parcheggi, a finire sotto inchiesta sono gli affidamenti dei servizi sociali.

A lanciare l’allarme sul rischio commissariamento, è il capogruppo di Forza Italia, Damiano Cardiello: «Dopo undici mesi di gestione Cariello, l’Autorità Anticorruzione ha aperto un altro fascicolo di indagine con relativo procedimento di vigilanza continuando con questo passo finiranno per consegnare le chiavi della città al presidente Cantone».

«il filtro adottato da Roma è molto selettivo e nella maggior parte delle segnalazioni viene decretata l’archiviazione per mancanza di requisiti – prosegue Cardiello – dopo la querelle sul bando Soget, il progetto Eboli Mare con l’affidamento per vigilanza e parcheggi alla “solita ditta”, questa è la volta del Piano di Zona dopo le proroghe da centinaia di migliaia di euro alla “solita cooperativa”».

L’indagine non preoccupa l’amministrazione che risponde: «non abbiamo alcun problema ad essere controllati – spiega l’assessore alle politiche sociali, Lazzaro Lenza – anzi, l’Anac certificherà che il nostro modo di operare è chiaro e trasparente nell’interesse dei cittadini». Secondo il sindaco Cariello, il bando sarebbe stato pubblicato assieme alla delibera sul portale dedicato agli appalti pubblici.

Ora i funzionari del comune stanno lavorando per formulare la risposta da inviare a Cantone: «abbiamo ricevuto una ulteriore comunicazione dell’Anac, alla quale stiamo rispondendo proprio in queste ore – conclude il primo cittadino – si tratta di situazioni che sia l’Anticorruzione, sia i consiglieri interroganti, conoscono da tempo, perché abbiamo, in maniera tranquilla, spiegato ogni cosa a suo tempo.

Fonte: La Città

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button