Eboli, bonifica dell’amianto dai capannoni dell’ex Foro Boario: dopo 7 anni l’incubo è finito

amianto

Eboli, dopo 7 anni al via la bonifica dell'amianto dai capannoni dell'ex Foro Boario. Buone notizie per tutta la comunità

Eboli, dopo 7 anni al via la bonifica dell’amianto dai capannoni dell’ex Foro Boario. Buone notizie per tutta la comunità, stanca di vivere una zona cruciale della città come quella degli impianti sportivi con una struttura portatrice sana di tumori a due passi dal Palasele, il palazzetto dello sport più grande del Sud Italia che negli anni ha portato in zona centinaia di migliaia di persone.

Via l’amianto dal vecchio Forio Boario ad Eboli

Dopo 7 anni, l’incubo è finito, con le operazioni di bonifica iniziate alla presenza del sindaco Massimo Cariello, dei tecnici e del comitato Togliamoci l’amianto dalla testa, che dal lontano 2013 nelle persone di Anna Grimaldi, Adriano Naimoli, Angela Visconti e Giuseppe Lepore è stato megafono per attirare l’attenzione sul problema: «Abbiamo coinvolto cittadini ed associazioni sportive nelle nostre richieste, visto che i capannoni e le tettoie erano in pessime condizioni e si trovano in un luogo molto frequentato – spiega la presidente Anna Grimaldi – Importante è stato il sopralluogo effettuato con i dottori Paolo Fierro e Stanislao Loria, che hanno certificato lo stato di degrado ed i pericoli per la salute pubblica. Oggi siamo felici di riappropriarci di un luogo, di poter tornare a passeggiare e a correre nella zona del Palasele, senza correre il rischio di beccarci un tumore».

TAG