Cronaca

Eboli in ginocchio per il maltempo: chiesto lo stato di calamità naturale

EBOLI. Piogge torrenziali che hanno messo in ginocchio la zootecnia e la produzione agricola del territorio in questo mese di Ottobre sono la causa per cui il Comune di Eboli ha dovuto chiedere un rimborso dei danni all’erario. Con delibera, si specifica che non è stato ancora quantificato l’ammontare dei danni. Devastati non solo i raccolti ma anche le infrastrutture.

Tra le zone più colpite il vallone Casarsa, le località Casarsa-via Palmento, Aversana, Santa Lucia, Arenosola e Bosco II, località san Giovanni. Si procede per presunzione sull’ammontare dei danni subiti, una stima che arriva a qualche milione di euro.
La delibera pone l’accento sulla necessità dello stato di calamità naturale per permettere al territorio di rialzarsi.

Articoli correlati

Back to top button