Eboli: il centro trasfusionale rischia il collasso

centro trasfusionale eboli

EBOLI. Il centro trasfusionale di Eboli rischia il collasso, dovendo corrispondere alle necessità di pazienti da Salerno e Battipaglia. In questi due ospedali, infatti, è stata interrotta la terapia marziale, quella particolare cura del sangue per persone anemiche. Il segretario UIL Vito Sparano spiega attraverso il quotidiano La Città che la situazione è paradossale perché […]

EBOLI. Il centro trasfusionale di Eboli rischia il collasso, dovendo corrispondere alle necessità di pazienti da Salerno e Battipaglia. In questi due ospedali, infatti, è stata interrotta la terapia marziale, quella particolare cura del sangue per persone anemiche.

Il segretario UIL Vito Sparano spiega attraverso il quotidiano La Città che la situazione è paradossale perché il centro di trasfusionale di Eboli era stato declassato per essere assorbito con Battipaglia. Il problema che in questo momento sta dimostrando tutta la fragilità della situazione in cui versa la sanità campana è stato risolto dall’operosità di due medici, un tecnico e due infermieri che stanno curando le decine e decine di pazienti che si sono riversati all’ospedale Maria Santissima Addolorata. Purtroppo, spiega Sparano, dal mese prossimo il rischio del collasso della struttura è quasi certo perché la carenza del personale sarà esasperata dal fatto che alcuni medici andranno in pensione.

TAG