Senza categoria

Eboli, divieto di utilizzo di acqua potabile per usi non domestici: ma l’ordinanza è retroattiva?

EBOLI. Con l’ordinanza n° 138 dell’11 luglio 2015, il sindaco Massimo Cariello impone il divieto di utilizzo di acqua potabile che non rientra negli usi domestici.

L’ordinanza è valida per tutto il periodo estivo, a partire dal 15 giugno al 15 settembre e stabilisce che chiunque verrà sorpreso ad utilizzare l’acqua potabile per innaffiare campi o impegnato nel lavaggio di veicoli o altre attrezzature, oppure, nel riempimento di piscine (e altre attività simili) verranno sanzionati con multe che partono dai 200 euro in poi, a seconda della gravità dell’adempimento.

Ma leggendo con attenzione l’ordinanza, sembrerebbe che questa abbia un valore retroattivo: datata l’11 luglio 2015, il divieto sembrerebbe cominciato prima.

La domanda è: coloro che hanno utilizzato l’acqua potabile per usi non domestici dal 15 giugno al giorno dell’emissione dell’ordinanza, verranno sanzionati?

Articoli correlati

Back to top button