Cronaca

Eboli, donna sepolta fuori il cimitero: Fatiha Chakir risponde a Cardiello

EBOLI. Dopo le dichiarazioni di Damiano Cardiello sulla Santa Messa tenuta per il trigesimo dalla scomparsa della donna musulmana sepolta all’esterno del Cimitero di Eboli la figlia della donna, Fatiha Chakir, prende la parola e risponde a Cardiello attraverso un suo post sui social.

Riportiamo integralmente il testo del post pubblicato dalla donna, Fatiha Chakir.

La risposta di Fatiha Chakir alle polemiche di Cardiello

“Ancora si sentono i rumori striduli delle unghie che sfregano sugli specchi.

Nonostante le sue provocazioni, Sig. Damiano Cardiello le persone, non credono alle sue fantasiose ricostruzioni, atte unicamente a prendere voti ed a screditare l’Amministrazione Comunale di Eboli.

Ha spremuto la vicenda senza alcun ritegno, tutto per balzare agli onori delle cronache politiche e massimizzare il suo fardello di consenso misto a voti.

Come spesso accade, da politico navigato quale è, invoca indebitamente i valori cristiani, se ne fa scudo per veicolare le sue assurde tesi.

Lei e le sue dimostranze nulla possono sulla volontà di fedeli di religioni diverse, di pregare insieme.

Nessuna scrittura recita :”Dio non unisca ciò che Damiano ha separato”.

La sua concezione divisiva e suprematista delle professioni di fede, grazie a Dio/ Allah, riguarda lei, ma è del tutto estranea alla realtà dei fatti.

Se ne faccia una ragione, le persone pregano, la sconvolgerá sapere che talvolta ci si prende per mano e si prega insieme, qualunque sia il tuo culto.

La preghiera unisce, lei non fa altro che dividere.

Saluti, e buona domenica”.

https://www.facebook.com/fatiha.chakir.3/posts/1754181217949643?pnref=story

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button