Cronaca

Eboli, sette furti in poche settimane: scatta l’allarme

Ladri al Parco Futura, 72 famiglie ostaggio dei ladri. Sette furti in poche settimane ad Eboli, con le famiglie tranquillamente in casa. Quello di giovedì sera ha fatto scatenare la rabbia tra i residenti del Parco.

Eboli, sette furti in poche settimane: scatta l’allarme dei residenti

Erano da poco trascorse le 19 quando due auto di grossa cilindrata si aggiravano nel parco. Movimenti strani hanno allertato Michele e altre due persone che si sono diretti verso le auto per capire cosa stesse succedendo.

A quel punto è iniziata la fuga in auto, vano il tentativo per i residenti di bloccare i ladri che si sono allontanati senza difficoltà. In pochi minuti arriva la conferma: i ladri avevano appena svaligiato un appartamento al secondo piano, entrando da un balcone. Cassetti aperticon indumenti gettati un po’ ovunque, una casa a soqquadro e tanta paura. «Mio figlio questa notte non ha chiuso occhio – dice Alessandra – era convinto che i ladri sarebbero tornati ed rientrati dal balcone con il vetro rotto. Ho due bambini che fino a qualche tempo fa giocavano nel campetto o in piazzetta, ora ho paura a farli scendere da soli».

L’immagine pulita, ordinata ed attrezzata del Parco Futura nasconde una grande carenza. «Manca la sicurezza – spiega Giuseppe – chiediamo si intervenga subito: 7 furti in poche settimane è troppo. Qualsiasi soluzione va bene, purché si ritorni a vivere tranquilli in casa». Rabbia, paura e richieste quelle che ieri mattina avanzavano i residenti, chiedendo spiegazioni su alcune scelte dell’Amministrazione.

Fonte: Le Cronache

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto