Cronaca

Furto al Comune di Eboli: spunta l’ipotesi di corruzione

EBOLI. Sindaco e assessore finiscono sotto scatto. Tante le anomalie nel funzionamento delle telecamere del Comune di Eboli. Spunta l’ipotesi di corruzione per Cariello e Ginetti. I riflettori sono puntati sul sistema di videosorveglianza costato ben 170mila euro.

Furto nel Comune di Eboli, spunta l’ipotesi di corruzione per il sindaco e assessore

Continuano le indagini per le telecamere di viedosorveglianza. Sei persone sono finite sotto inchiesta: si ipotizzano reati di falso e peculato. Le carte ora sono nelle mani del procuratore Guarriello, che per via della vicenda particolarmente complessa, avrà altri sei mesi per tirare le somme.

Le indagini

Il pm ha chiesto al Gip di concedere altri sei mesi per valutare il materiale,acquisito nel corso delle indagini.Il sistema di videosorveglianza, fortemente voluto dal Sindaco, Massimo Cariello, è costato la bellezza di 170mila euro.

Qualche mese dopo le sostituzioni con il vecchio sistema, arrivarono le prime anomalie: le telecamere si oscurarono, tanto che il sindaco Massimo Cariello, aveva annunciato un pericoloso attacco hacker.


Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button