CronacaSenza categoria

Eboli, Giuliano riabbraccia le sue cugine d'oltreoceano

«Lo sapevo da bambino che c’erano delle cugine che vivevano in Venezuela perché figlie di un fratello di mia madre che ha lasciato l’Italia addirittura nel novembre del ’51». Questo è quanto riporta Giuliano Gallotta, ai microfoni di “Radio Alfa” un avvocato ebolitano che, grazie ai social network, ha avuto modo di ritrovare le sue cugine venezuelane riabbracciandole in un incontro speciale e dopo una lunga trafila.

«Da qui è partita una sorta di indagine, per capire dove effettivamente vivessero queste cugine, ho provato molte volte a contattare il consolato italiano a Caracas, senza però aver avuto riscontro, ma presumo per le difficoltà oggettive per chi vive attualmente nel Venezuela. Dopodiché, grazie alla bravura di mia nipote Rossella e tramite ai media, quindi internet, Facebook è riuscita a contattarle direttamente». È questa la strana storia di questo signore ebolitano, che è terminata con un lieto fine da film romantico.

Una storia che ha dell’incredibile, se si pensa a tutta la trafila che Giuliano ha avuto modo di percorrere al fine ultimo di raggiungere il risultato sperato. Così il Venezuela e L’Italia si riuniscono ancora una volta e grazie alle linee di discendenza degli immigrati che, nei secoli, hanno solcato i mari in cerca di fortuna.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button