Senza categoria

Eboli, microcriminalità: Cariello “Eboli chiede sicurezza”

EBOLI. Il candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative, Massimo Cariello, dopo gli ultimi avvenimenti che hanno colpito la città, chiede un tavolo istituzionale con le forze dell’ordine per migliorare e rafforzare il sistema di sicurezza.

“Due furti in tre giorni, ma anche altri episodi di violenza e sopraffazione in città: è necessaria una reazione di istituzioni e forze dell’ordine, intervenendo con strumenti che già ci sono.

Sono le tre soluzioni che proponiamo nel nostro programma elettorale: telecamere funzionanti anche di notte, coordinamento della videosorveglianza da affidare ai Carabinieri, pattugliamento notturno, ma coinvolgendo tutte le forze dell’ordine.

Garantire la sicurezza pubblica dei cittadini e dei commercianti è un imperativo categorico.

Nelle prossime ore chiederemo al commissario prefettizio, Vincenza Filippi, funzionario sensibile, attenta alle problematiche della città, la richiesta di convocare un tavolo istituzionale con tutte le forze dell’ordine, perché riteniamo necessaria  una risposta immediata sugli ultimi casi di microcriminalità.

I due furti al centro commerciale e in una gioielleria del centro, negli ultimi tre giorni, hanno creato allarme sociale.

Così come i furti in abitazione che da oltre un mese vengono segnalati in diversi quartieri, in particolare a rione Pescara e centro storico.

Chiederemo ai comitati di quartiere di segnalare i disagi degli stranieri regolarmente residenti, i problemi più gravi ed i casi di sfruttamento.

L’obiettivo è creare uno sportello informativo per gli immigrati in Comune, dove le istituzioni interagiscano con chi arriva in Italia e ha intenzione di lavorare e vivere rispettando le leggi.

Occorre avviare immediatamente un censimento capillare di comunitari ed extra, attraverso un task force comunale, mettendo in rete il servizio tributi, che è necessario per la verifica delle utenze, con anagrafe e Polizia Municipale, al fine di avere un quadro chiaro e reale della situazione in modo da intervenire immediatamente.

Avvieremo una campagna di sensibilizzazione alla legalità nelle scuole medie e superiori.

Ancora oggi ci viene segnalato dalle forze dell’ordine che il numero di denunce presentate ai carabinieri sono decisamente poche rispetto ai fatti di illegalità che si verificano: una campagna di sensibilizzazione nelle scuole è il primo passo per avere una società più civile e responsabile in futuro.

Una comunità civile non può tollerare episodi di violenza e sopraffazione.

E’ in gioco la legalità, ma soprattutto la sicurezza per i cittadini ebolitani.

Il problema non può essere circoscritto all’azione delle forze dell’ordine, peraltro ampiamente e visibilmente presente sul nostro territorio.

Un tessuto sociale sfilacciato, prospettive inesistenti, specie per i giovani, insicurezza per donne ed gli anziani sono un terreno favorevole a violenti e delinquenti.

La corsa a cui gli ebolitani hanno assistito, negli ultimi anni, da parte di chi ha guardato solo al proprio interesse, è un modello di riferimento negativo che rischia di incidere pesantemente anche per il futuro, un modello di riferimento che possiamo e dobbiamo sconfiggere”.

Leggi anche: http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/eboli-furto-in-una-gioielleria-bottino-da-50mila-euro/ 

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/le-bolle-furti-nella-notte-svaligiato-euronics/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/truffa-del-finto-nipote-dopo-battipaglia-anche-eboli/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/eboli-furto-di-benzina-agricola-allazienda-mellone-fermati-dai-carabinieri/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/allarme-furti-ad-eboli/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/eboli-rissa-nel-centro-di-accoglienza-feriti-4-extracomunitari/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/eboli-scandalo-alle-primarie-pd-arrestato-giuseppe-mazzini/

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button