Cronaca

Covid, lutto ad Eboli per la scomparsa di Raffaele Cusati: il cordoglio di Adelizzi e Santimone

Eboli, è morto Raffaele Cusati: il cordoglio di Santimone ed Adelizzi per il decesso dell'uomo particolarmente conosciuto ad Eboli

Lutto ad Eboli dove è morto Raffaele Cusati, “punto di riferimento per tanti giovani, negli anni in cui il Bowling era l’unico punto aggregativo e ricreativo di Eboli” come ha ricordato Donato Santimone, consigliere comunale ebolitano. “Oggi è un giorno triste per l’intera comunità. È il giorno dell’ultimo saluto a Raffaele Cusati, strappato via agli affetti dal coronavirus” ha scritto sui social Santimone.


eboli-morto-raffaele-cusati-coronavirus


Lutto ad Eboli, è morto Raffaele Cusati

Anche Cosimo Adelizzi, deputato del Movimento 5 Stelle ha espresso il suo cordoglio per la morte di Donato Santimone, riprendendo le parole della figlia che ha scritto: “Non dite che il covid non esiste. Esiste ed è una carogna. Ha colpito gran parte della mia famiglia e si è portato via il mio papà”.

“Raffaele” racconta Adelizzi “è stato ricoverato all’ospedale di Scafati il 14 ottobre. Le sue condizioni sembravano non essere preoccupanti e invece, il covid è davvero una carogna. Se l’è portato via senza tenere conto del dolore di una intera famiglia, della solitudine a cui lo ha costretto, dell’amore e del rispetto che l’intera comunità nutriva e nutre nei suoi confronti”

Da mesi, ormai combattiamo contro questo virus che si è diffuso in Italia, in Europa e nel Mondo intero. Oggi Raffaele, tornando da Scafati nella sua città natale, Eboli, passerà sotto il balcone della moglie e della figlia che potranno soltanto salutarlo con la mano.

Resta il rimpianto dei familiari di non averlo potuto abbracciare per l’ultima volta. Resta il silenzio, senza un addio vero, ma pieno di quelle parole che ancora avrebbero potuto essere dette. Restano le lacrime e le pagine di una storia familiare ancora da scrivere e che deve ricominciare. Resta, però, anche l’amore. Quello nessuno può portarlo via, nemmeno una carogna.

Mi stringo al dolore immenso della famiglia Cusati e di tutte le famiglie che stanno vivendo questo dramma. Non abbassiamo la guardia e prendiamoci cura di noi. Torneremo ad abbracciarci. Dobbiamo tornare ad abbracciarci”.


eboli-morto-raffaele-cusati-coronavirus


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto