Cronaca

Lutto ad Eboli, è morto Rolando Scotillo: si indaga su ritardi dei soccorsi

Lutto ad Eboli dove è morto Rolando Scotillo: il dirigente della Fisi-Sanità è stato stroncato da un infarto nella tarda serata di sabato 22 luglio. La notizia si è diffusa velocemente in città lasciando sotto shock i tanti che lo hanno conosciuto e apprezzato. Secondo quanto riportato dall’odierna edizione de La Città, la moglie e i figli vogliono vederci chiaro: la Procura ha quindi aperto un’inchiesta su possibili ritardi nei soccorsi.

Eboli, è morto Rolando Scotillo stroncato da un malore improvviso

È scomparso Rolando Scotillo: il dirigente della Fisi-Sanità è stato stroncato da un malore improvviso nella tarda serata di sabato 22 luglio, ad Eboli. La notizia si è diffusa velocemente in città lasciando sotto shock i tanti che lo hanno conosciuto e apprezzato, anche in provincia, per le sue battaglie in favore della sanità. Tanti i messaggi che si stanno susseguendo sui social.

Aperta una inchiesta

L’ebolitano Scotillo, infermiere e segretario generale della Fisi aveva compiuto 59 anni lo scorso 20 giugno. Nella giornata di ieri la famiglia ha sporto denuncia. I due figli e la moglie vogliono vederci chiaro su possibili ritardi nei occorsi e presunta negligenza medica. La salma è stata sequestrata in attesa delle disposizioni del pm titolare del fascicolo per una eventuale autopsia. Per il momento, non ci sono indagati. Ma la svolta sul caso potrebbe arrivare già nella giornata di oggi. Dopo l’autopsia, la salma sarà restituita alla famiglia per lo svolgimento dei funerali.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio