Cronaca

Eboli, alle Olimpiadi di Problem Solving la città sale sul podio

Dopo il Primo posto dello scorso anno alla gara nazionale di Coding dell’I.C. di Montecorvino Pugliano con Francesco Pantalena e la referente Prof.ssa Maria Rosaria Mirra, di nuovo quest’anno la Campania, con la provincia di Salerno, si classifica tra i primi tre nella stessa gara alla finalissima di Coding delle Olimpiadi di Problem Solving, gare di Informatica per promuovere la diffusione del Pensiero Computazionale tramite attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline scolastiche.

Olimpiadi di Problem Solving: Eboli sul podio

Quest’anno l’istituto Comprensivo “Giacinto Romano”di Eboli, con la squadra della Classe 3A della Scuola Primaria e la referente Prof.ssa Rosa Di Perna, ha presentato il lavoro alla finale alle “OPS Coding 2018”, guadagnando il terzo posto.

La classe 3A ha ideato e programmato un progetto con la finalità di avviare gli alunni allo sviluppo del Pensiero Computazionale, attraverso il Coding con l’uso della piattaforma Scratch e della tecnica dello Storytelling, condividendo la figura di un personaggio illustre del loro Paese: il Generale Umberto Nobile, esploratore dei Poli.

L’utilizzo di una didattica legata al digitale è stato utile per creare contesti di apprendimento interdisciplinari: la digitalizzazione della narrazione ha arricchito l’azione didattica con attività legate ad altri contesti disciplinari come italiano, storia e geografia.

Il lavoro

Il lavoro ha preso l’avvio dall’analisi del contesto storico-geografico di Eboli, il paese dove gli alunni abitano e dalla ricerca di personaggi storici che potevano diventare l’ ”idea“ centrale per lo sviluppo del progetto.

La scelta è ricaduta su Umberto Nobile, le cui imprese hanno subito emozionato ed incuriosito gli studenti che hanno pensato di raccontare la storia del Dirigibile “Italia” dal punto di vista della famosa cognolina del Generale U. Nobile, Titina che ha seguito il suo padrone a bordo del dirigibile, in tutte le magnifiche imprese!

Una volta inseriti i vari sfondi in Scratch, sono passati alla ricerca degli Sprites con il compito di animare la narrazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button