Senza categoria

Eboli, scandalo alle primarie Pd: arrestato Giuseppe Mazzini

EBOLI. Scandalo e brogli alle primarie Pd ad Eboli. Blitz dei Carabinieri di Salerno stamane all’alba ad Eboli per l’arresto del dirigente dell’ufficio anagrafe del Comune, Giuseppe Mazzini, accusato di aver prodotto falsi certificati di residenza per far votare gli stranieri.

L’indagine vede coinvolto anche il titolare del campo Miceli e Marina di Eboli, Emanuele Valletta, anch’esso finito in manette. L’imprenditore 35enne era già finito in carcere lo scorso anno per una truffa ai danni dell’Enel e per lo sfruttamento di stranieri.

Indagato anche in noto dirigente del Pd provinciale. Mazzini, iscritto al Pd, si trova ora agli arresti domiciliari mentre sono scattati i provvedimenti di misura cautelare anche nei confronti degli stranieri Liviu Boldijar, Monica Romocea, Florin Erdei, Elena David, Said Bougataya, Tariq Laazar, El Khadir Ounaissi.

La vicenda

L’indagine della Procura Distrettuale Antimafia con l’ausilio dei Ros nasce dall’inchiesta che ha portato,sempre oggi, all’arresto di 9 persone, contro la tratta di esseri umani. Al centro delle indagini un’organizzazione transnazionale multietnica specializzata nella tratta di cittadine romene da sfruttare in aziende agricole, sottopagate e vessate con minacce e violenze. In questa operazione è stato scoperto il rapporto con un funzionario del comune di Eboli che facilitava il rilascio dei documenti per la regolarizzazione delle donne.

Fonte: Il Corriere del Mezzogiorno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button