Eboli, scandalo Hospice: la Procura fa ricorso, chiesto l’arresto di Marra

ASL distretto sanitario Eboli hospice

Scandalo Hospice di Eboli, per la morte di Carmine Giannattasio, secondo la Procura, il responsabile è il dottor Alessandro Marra

EBOLI. Torna in primo piano lo scandalo Hospice di Eboli, con la morte di Carmine Giannattasio per la quale, secondo la Procura, il responsabile è il dottor Alessandro Marra.

La morte di Carmine Giannattasio all’Hospice di Eboli. Per la Procura fu Marra il responsabile e pertanto è necessario il suo arresto

Secondo quanto riporta Il Mattino, la Cassazione discuterà a marzo dell’istanza del sostituto procuratore Guarino. L’accusa per Marra è quella di aver causato la morte del 28enne di Battipaglia, somministrandogli consapevolmente dosi di medicinali che si sarebbero rivelate letali “anche per persone non affette da patologie oncologiche”.

Abuso dei propri doveri, questa l’accusa nei confronti del medico di Roccapiemonte per la morte di Giannattasio, malato terminale di cancro. I familiari hanno sempre ribadito di aver chiesto ai medici la somministrazione di medicinali che potessero alleviarne i dolori.

Marra era stato rimesso in libertà da una sentenza del Tribunale del Riesame, ma a marzo si discuterà del ricorso in Cassazione. In quella sede, la Procura sarebbe pronta a esporre un dossier sul medico, sulla base delle ulteriori indagini condotte dai Nas di Salerno. Indagini sulle quali potrebbe fondarsi una nuova richiesta di rinvio a giudizio per 17 persone.

TAG